serata-13 fronte

Annunci

Volantino

Di Stefano

 

Tanto ci costano i 90 cacciabombardieri F35,inizialmente li pagheremo solo “solo” 99 Milioni di eu l’uno.90 aerei da guerra, d’attacco, di quelli con cui si lanciano le bombe. Questa è una vergogna. Invece di usare i pochi soldi per salvare scuole, ospedali, aziende in crisi,fare treni per i pendolari questo
governo spende soldi per le armi, con la condivisione di tutte le forze politiche che lo sostengono, PD-PDL-UDC. Migliaia di famiglie, anche nei nostri paesi, ricorrono al pacco alimentare per mangiare perché non arrivano a fine mese e le spese militari rimangono, e sono tante! Diffondiamo queste notizie, arrabbiamoci e lottiamo perché un domani, in parlamento, tornino a sedere i rappresentanti del popolo, gente che viene dalle fabbriche, lavoratori, i quali sapranno fare di sicuro gli interessi delle classi popolari e non quelli dei costruttori di armi! Il lavoro, e la dignità delle persone, devono tornare ad essere al
centro dell’agenda politica! Non le spese militari.Parliamo di lavoro, non di guerra!

Giancarlo Broglia – Segretario Federazione della Sinistra – Rifondazione Comunista SUD –EST Milano

La lettera al Cittadino del Sig. Zanini del 17.09 u.s. (la coda tra Zelo e  Paullo)  propone un’interessante discussione. Sarebbe complesso  eliminare l’incrocio di Conterico  definitivamente, innanzitutto   perché nell’unica amena frazione di Paullo risiedono parecchi concittadini,   ma anche per alcuni motivi legati a scelte di politica urbanistica riguardanti l’incrocio stesso, che ne rappresentano, in piccolo,   un palese esempio di come la pianificazione stradale e territoriale sia oramai non piu’ impostata   in funzione delle esigenze delle comunità  ma degli affari altrui.

Secondo i progetti odierni  quell’incrocio dovrebbe diventare a due livelli, con megarotonda, e costerebbe 6milioni di euro. A modificarlo dovrebbero essere i costruttori del centro commerciale che da anni, oramai, dovrebbe sorgere  sui terreni fra la Paullese e la nostra Paullo, uno dei rari esempi in Italia di Centro commerciale con entrata da “dentro il paese”  con buona pace dei residenti di Via Mazzarello – Case Rotte (progetto contro il quale, ci tengo a ricordare,fin dal 2004 votai contro in Consiglio Comunale).

I costruttori di centri commerciali non spendono milioni di euro in rotonde per filantropia  ma per favorire i flussi di migliaia di auto al giorno che vorrebbero si recassero presso di loro.  I centri commerciali ovviamente sono innamorati della TEM, la quale ragiona in modo simile:  TEM  dovrebbe  (finora a parole visto che non naviga nell’oro)  mettere sul piatto 21Ml di eu per contribuire a raddoppiare la statale fra la Cerca e Zelo Buon Persico, tratto scelto non casualmente  perché   dal supposto vicino casello TEM 25.000 auto al giorno dovrebbero uscire (dopo aver pagato salato il loro viaggio) e quindi “un po’ di asfalto” gli serve davvero. Risultato:  Paullese raddoppiata, traffico pure, e colonne a non finire come oggi.

Titolava bene la  pagina Sudmilano del Cittadino lo scorso 19 Settembre:  “Zelo la fermata bus fa paura, gli studenti rischiano la vita” e   fianco  “Sulla Paullese non c’è posto per le bici”.  E fuori luogo sono  i commenti di chi dice “chiaro, è una superstrada, mica vorrai arrischiarci la pelle facendola in graziella!” . E’ proprio questo il punto, che poi è lo stesso della vicenda del  parcheggio di San Zenone e della gabella da 2eu al giorno (ovvero 50eu al mese) da pagare  per chi vuole prendere il treno: oramai tutto è realizzato contro l’uso dei   mezzi pubblici,delle bici, incentivano invece solo le auto, con la benzina sempre piu’ cara…  Per fare il verso ad una dichiarazione indimenticabile del nostro governatore, nella Lombardia del futuro non sarà  solo  da sfigati  “andare in vacanza da soli”,  ma anche “viaggiare su un autobus”.

Bene fanno le associazioni come “Paullo che pedala” ad organizzare manifestazioni per avere piste ciclabili moderne, perché tanti   utilizzerebbero volentieri la bici per andare al lavoro se potessero farlo in sicurezza. Intanto è  scomparso dal dibattito il piu’ grande progetto di mezzo pubblico, il prolungamento della M3 a Paullo, anzi è scomparso il dibattito stesso, insieme alle voci dei  grandi partiti:  non parliamo del PDL pro-autostradalista, ma dove sono il PD milanese e quello lodigiano, che erano  per la contemporaneità delle opere TEM e Metro’? Si sono accorti i democratici che i cantieri TEM sono partiti e per M3 non c’è un quattrino, o forse vale di piu’ per loro sostenere le idee infrastrutturali di ripresa del  Ministro alla partita,  stando quieti  e schisci, magari   sognando che il Ministro  un domani  ricopra autorevoli incarichi nello  schieramento politico di Centrosinistra?

Dove sono finiti i leghisti, quelli che    “ qui cumandi mi’  padroni a casa nostra”  mentre  gli stanno cementificando mezza regione? Ah già, ma  loro  sono capaci di alzare la voce  solo contro i poveracci ,invece  di fronte al   grande capitale scodinzolano come cuccioli in attesa di una ciotola di avanzi…

Per quanto ci riguarda noi continueremo ad essere nelle piazze, nei cortei, senza arrenderci, perché oggi piu’ che mai bisogna fermare i cantieri di TEM: secondo noi il rischio che comincino e poi ci lascino con qualche colata di cemento da terminare a spese del contribuente è troppo concreto.A pagare non possono essere ancora una volta i cittadini, i  lavoratori, i pendolari i quali hanno solo un esigenza chiara, fondamentale, costituzionale: quella di poter andare al lavoro bene, velocemente, ed  in economia.Le sciagurate autostrade  non solo non aiutano queste tre necessità, ma ci vanno contro, e ovviamente  rovinano definitivamente quanto di “sano” e bello  c’è ancora  oggi in Lombardia.

Giancarlo Broglia

Segretario FEDERAZIONE DELLA SINISTRA SUD –EST MILANO

Circolo G.Pesce, Partigiano

 

ELENCO BIGLIETTI VINCENTI SOTTOSCRIZIONE A PREMI :


1°   PREMIO :  VIAGGIO A MONACO PER OKTOBERFEST              376

2°   PREMIO :  CESTO GASTRONOMICO                                           115

3°   PREMIO :  CESTO GASTRONOMICO                                           501

 

Per ritiro premi contattare il 338.9744902
oppure via e-mail  fds.sudestmilano@gmail.com
 entro il 30.09.12

Anche quest’anno parte la festa nel Sud Est Milano
La Federazione della Sinistra dei circoli
Mediglia, Pantigliate, Peschiera Borromeo e Paullo
organizzano:

PeschieraTI Party

Le sere del 20 e 21 Luglio dalle 19.00

Aperitivo, Musica, Ristorante con Grigliata, banchetti delle

associazioni e tanto divertimento

Musica dal Vivo
20 Luglio: si balla il liscio con il mitico DJ PERRI
21 Luglio: live imperdibile con il Jazz e il blues di Straight and Curly
e l’acustico del duo Ready or Not

Per raggiungerci:

Centro Polifunzionale Sandro Pertini
Piazza Paolo VI
Peschiera Borromeo (Milano)
Clicca per la MAPPA

 

Egr. Sig. Sindaco
vorremmo esprimere con questa lettera aperta tutta la nostra preoccupazione come cittadini di Peschiera Borromeo. Da alcuni mesi non sappiamo più se stiamo vivendo in un tranquillo comune del Sud Est Milano o ai bordi di una bomba ecologica. Dalle sue dichiarazioni abbiamo capito che lei è in possesso di documenti che indichino un pericolo grave in caso di incidente per le case appena costruite nella frazione di Bellaria e che di conseguenza sta mettendo in campo delle azioni per stemperare il pericolo. Però ci sembra che il livello di panico stia crescendo enormemente, in particolare per quelle persone che a Bellaria ci abitano, o andranno ad abitarci e si ritrovano non solo con una presunta “bomba ecologica” sotto casa, ma anche con il loro futuro ed i loro investimenti messi in grave pericolo. Poco tempo fa abbiamo assistito ad una presentazione fatta da alcuni partiti di opposizione di documenti che evidenziano come questo pericolo in realtà non ci sia e che tutta la vicenda Bellaria si riduca ad una mera diatriba politica. Questo se fosse vero sarebbe molto grave e le chiediamo di intervenire!
Le chiediamo di chiarire ai cittadini di Peschiera attuali e futuri cosa sta succedendo, riteniamo sia necessaria un’operazione di trasparenza che elimini ogni dubbio!  Indipendentemente da come interpretiamo la vicenda che ha portato alla costruzione delle case di Bellaria (e tutti sanno bene come la pensiamo in proposito), non possiamo permettere che solo i cittadini ne paghino le conseguenze.  Invochiamo il suo ruolo di Primo Cittadino per fare chiarezza ed assumersi la responsabilità di salvaguardare la salute dei cittadini, ma anche di proteggere la loro fiducia istituzionale ed i loro diritti di fronte ad un cantiere avviato ed autorizzato e ad una azienda chimica che immagazzina sostanze potenzialmente letali. Sarebbe sufficiente un incontro pubblico in cui presentasse la sua posizione e gli interventi messi in atto dalla sua Amministrazione in questa vicenda.
Siamo certi che anche lei è consapevole del delicato momento che questa città sta vivendo e che interpreterà come un’urgenza il nostro appello.
Cordiali Saluti

Partito delle Rifondazione Comunista
Federazione Della Sinistra
Peschiera Borromeo (Mi)

Domenica 17 giugno dalle 12.00 in poi a Peschiera Borromeo, in via S. C. Da Siena si festeggia per tutta la strada!
Si festeggia perché c’è poco da festeggiare e visto che non possono toglierci anche la felicità, noi ci facciamo una  festa!
Ci sarà musica dal vivo, cocktail e cucina casalinga!

Non sai come arrivare? clicca qui

In allegato il volantino, fatelo girare più che potete!

Comitato NOTEM-SIMETRO

Sì alle rinnovabili No al nucleare

Per l’Acqua come bene comune

RSS News dalla Federazione della Sinistra Nazionale

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.